Studio Santarelli De Carolis

Sei qui: Home Ipnosi e rilassamento

Ipnosi e rilassamento

L'ipnosi è un fenomeno psicosomatico che coinvolge sia la dimensione fisica, che la dimensione psicologica della persona. È una condizione particolare di funzionamento dell'individuo che gli consente di influire sulle proprie condizioni fisiche, psichiche e di comportamento. In particolare "oggi sappiamo che l'ipnosi non è altro che la manifestazione plastica dell'immaginazione creativa adeguatamente orientata in una precisa rappresentazione mentale, sia autonomamente (autoipnosi), sia con l'aiuto di un operatore con il quale si è in relazione".  L’ipnosi è definita, secondo i diversi criteri come:

Uno stato particolare della coscienza: cioè quando per qualche minuto, senza accorgercene, smettiamo di fare attenzione al mondo esterno e portiamo l’attenzione all’interno, ai nostri pensieri, "distraendoci" da tutto il resto.

Un fenomeno naturale: è infatti uno stato che il nostro cervello realizza spontaneamente in modo ciclico. Per circa 15 minuti ogni ora e mezza, tutti i giorni, il nostro cervello si porta in questo stato per consentire fenomeni associativi tra i due emisferi.

Uno strumento terapeutico: quando lo stato ipnotico viene auto- o etero- indotto a scopi terapeutici

Un’esperienza occasionale: come durante la meditazione o l’autoipnosi o quando compaiono micro-amnesie per gli oggetti o i nomi delle persone

Uno stato di dissociazione della coscienza: quando, attraverso tecniche di sovra-stimolazione sensoriale o di confusione mentale, si porta una persona ad alterare la sua capacità percettiva.

Quando lo stato ipnotico viene indotto da un terapeuta, per aiutare una persona a risolvere un problema, questa può sperimentare nuovi modi di sentire, pensare, agire rispetto alla situazione che ha presentato.

In altre parole, l’ipnosi non è un fine ma un mezzo che può permettere di uscire da una “modalità disfunzionale” che ha causato la difficoltà (es. fobie, attacchi di panico, disturbi d’ansia) e dalla quale razionalmente o con la sola forza di volontà non si riesce ad uscire.

Il rilassamento si riferisce ad un particolare stato psicofisico, caratterizzato da modificazioni specifiche dell'attività dell'organismo da un lato (la principale è la riduzione della tensione muscolare) e da sensazioni psichiche percepite introspettivamente come benessere, serenità e tranquillità dall'altro. Un tale stato può sia predisporre ad un'azione efficace ed efficiente che a migliorare lo stato psicofisico dell'individuo.

Infatti, le tecniche di rilassamento si basano sul presupposto che gli aspetti fisiologici siano non soltanto una componente importante, ma uno dei fondamenti stesso dell’ansia, è che quindi sia importante che il sistema nervoso diventi un alleato piuttosto che un nemico.

Imparare a rilassarsi è uno dei modi più efficaci e sicuri per scaricare lo stress, che sembra ormai essere divenuto parte di noi, quasi una condizione innata che mina continuamente la nostra salute togliendoci le energie necessarie per una gratificante condizione di benessere. Se lo stress è un’inevitabile presenza nella nostra vita quotidiana, ciò non significa che le sue conseguenze psicofisiologiche debbano essere sopportate fino alle estreme conseguenze!

 

Read 3205 times

Sample image

Scrivici un' e-mail o contattaci al numero 02 56568293

Indirizzo

Seguici anche su...