Studio Santarelli De Carolis

Sei qui: Home Psicoterapia

Psicoterapia

Che cos'è la psicoterapia cognitiva

La psicoterapia cognitiva è una forma di terapia psicologica che si basa sul presupposto che vi è una stretta relazione tra pensieri, emozioni e comportamenti e che i problemi emotivi sono influenzati da ciò che pensiamo e facciamo nel presente.

La ricerca scientifica, infatti, ha dimostrato che le nostre reazioni emotive e comportamentali sono determinate dal modo in cui interpretiamo le varie situazioni, quindi dal significato che diamo agli eventi.

Perché interpretiamo gli eventi? La spiegazione che fornisce la teoria cognitiva è che le persone cercano di dare un senso a ciò che le circonda e si organizzano l'esperienza per non essere sopraffatte dalla grande quantità di stimoli a cui sono sottoposte ogni giorno. Con il passare del tempo le varie interpretazioni portano ad alcuni convincimenti e apprendimenti, che possono essere più o meno aderenti alla realtà e più o meno funzionali al benessere della persona.

Alcune volte le convinzioni che abbiamo su noi stessi, sugli altri o sul mondo possono essere disfunzionali, cioè possono distorcere la realtà delle cose, attivarsi in modo rigido indipendentemente dai contesti, generare pensieri automatici negativi che producono sofferenza. Il modello cognitivo ipotizza che il pensiero distorto e disfunzionale sia comune a tutti i disturbi psicologici e che sia il responsabile del protrarsi delle emozioni dolorose e della sintomatologia del paziente.

Le emozioni negative intense (es. elevati livelli di tristezza, vergogna, colpa o ansia), inoltre, possono essere così dolorose e invalidanti da interferire con le capacità della persona di pensare chiaramente alla soluzione del problema.

La terapia cognitiva, pertanto, interviene sui pensieri automatici negativi, sulle convinzioni intermedie e sugli schemi cognitivi disfunzionali al fine di regolare le emozioni dolorose, interrompere i circoli viziosi che mantengono la sofferenza nel tempo e creare le condizioni per la soluzione del problema. Gli studi scientifici sul trattamento dei disturbi emotivi indicano che se si ottiene una modificazione profonda delle convinzioni si hanno meno probabilità di ricaduta in futuro.

Psicologa Psicoterapeuta

È una specialista che aiuta le persone a superare uno stato di sofferenza psichica, che può essere accompagnato a volte a malessere fisico. Attraverso il dialogo, l'ascolto delle emozioni, la conoscenza dei pensieri, l'espressione dei desideri e delle fantasie, partecipando alla ricerca delle parole per esprimere il disagio personale, per il paziente diventa possibile stare meglio mettendo a fuoco, sviluppando o ridimensionando i propri desideri, i propri progetti, le proprie aspettative, i propri comportamenti. La persona diventa protagonista attiva della sua vita, imparando come reagire in situazioni di sofferenza e stress, migliorando la qualità della propria vita. Se ci si trova in situazioni di malessere che si fa fatica a gestire, è meglio non lasciare passare molto tempo e non minimizzare la cosa. Affrontare le situazioni prima che si aggravino, facendo ricorso ad un professionista consente di trovare sollievo e benessere in tempi più brevi, prima che le conseguenze rendano tutto più difficile e complesso. La metodologia di intervento può variare a seconda dell’orientamento terapeutico del professionista.

Differenza tra psicologo e psicoterapeuta

Lo psicologo è un professionista che, dopo la Laurea in Psicologia, ha superato l'esame di Stato e si è iscritto all'Albo Professionale della sua Regione, per poter esercitare la professione. Se non ha l'iscrizione all'Albo, è come un laureato ma non può esercitare la professione. Lo psicologo può fare diagnosi, valutazioni, interventi di prevenzione. Lo psicoterapeuta è un professionista che dopo la laurea e l'iscrizione all'Albo ha proseguito il percorso di formazione (per lo più, di almeno 4 anni) specializzandosi presso una scuola accreditata ed è iscritto all'Ordine all'Elenco degli psicoterapeuti. È colui che lavora con il paziente per eliminare il sintomo, la patologia, il disagio e aiutare la persona a tornare ad una condizione di benessere, magari migliore di quella precedente. Non utilizza farmaci per lavorare con le persone, benchè possa prevedere la combinazione di psicoterapia e psicofarmacologia. Lo psicoterapeuta ha seguito un percorso di studi e di formazione che garantisce l'aver acquisito tecniche e competenze riconosciute.

Read 3721 times

Sample image

Scrivici un' e-mail o contattaci al numero 02 56568293

Indirizzo

Seguici anche su...