Studio Santarelli De Carolis

Sei qui: Home Terapia individuale Disturbi di apprendimento

Disturbi di apprendimento

Per disturbi dell’apprendimento, si intende un insieme di disabilità, in età evolutiva, in cui si presentano significative difficoltà nell'acquisizione e utilizzazione della lettura, della scrittura e del calcolo. La diagnosi di dislessia, disgrafia e disortografia, di discalculia, viene fatta in seguito ai risultati di test specifici. Questi disturbi a volte "si nascondono" nei comportamenti più visibili ed altrettanto problematici quali il deficit di attenzione e iperattività, il disturbo depressivo e i disturbi di ansia. L'evoluzione è condizionata da vari fattori quali: la gravità del disturbo specifico, le associazioni tra difficoltà di scrittura, lettura e calcolo, il livello cognitivo e metacognitivo, la presenza di un disturbo psichiatrico, il tipo di compromissioni neuropsicologiche, la precocità e adeguatezza degli interventi e le risposte ambientali. Affiancare al trattamento del disturbo specifico (che deve avvenire mediante operatori specializzati e programmi mirati) l'intervento dello psicoterapeuta consente di occuparsi dell'organizzazione emotivo relazionale di questi ragazzi che spesso mostrano una grande sofferenza psicologica legata ai vissuti delle loro carenze; tali vissuti possono incidere pesantemente sull'autostima e la motivazione ad apprendere. Spesso accade che il loro funzionamento sociale, all'interno del gruppo classe, risulti problematico perché il sentirsi incompetenti nell'apprendere può comportare un sentimento di inferiorità nelle interazioni tra pari.

Inoltre, il percorso scolastico di questi soggetti è frequentemente segnato da ripetuti insuccessi. Gli insegnanti e i genitori possono attribuire questi esiti ad una mancanza di impegno, etichettando i ragazzi come oppositivi, pigri e non interessati. Dal canto loro, essi percepiranno che le difficoltà non vengono riconosciute e per proteggersi eviteranno i compiti e/o metteranno in atto comportamenti disturbanti, con conseguente degenerazione delle relazioni con gli adulti.

La Terapia Cognitiva-Comportamentale è un intervento utile per prevenire certi disagi psicologici nell'ambiente scolastico e familiare e per trattare specifici problemi psicopatologici che possono evidenziarsi a seguito di una corretta valutazione psicodiagnostica.

 

 

Read 1317 times

Sample image

Scrivici un' e-mail o contattaci al numero 02 56568293

Indirizzo

Seguici anche su...